Associazione san ambrogio musica

I “Concerti di San Torpete” sono nati nel 2007 in occasione del restauro dell’organo sei-settecentesco della chiesa di San Torpete. L’inaugurazione ufficiale si tenne il 29 aprile 2007 con il concerto di apertura del XXIX Festival Organistico Europeo, organizzato da Emilio Traverso, accompagnato da altri 11 appuntamenti musicali svoltisi tra gennaio e giugno di quell’anno. Nessuno allora immaginava che la chiesa di San Torpete sarebbe diventata la sede di una intensa attività musicale ma il successo di pubblico fu tanto immediato e di tale portata da spingerci a continuare e a non deludere quanti incoraggiavano a proseguire rendendo stabile l’iniziativa.

I “Concerti di San Torpete” e la chiesa sono in questi anni diventati un punto di riferimento per quanti fanno musica a Genova e fuori, rispondendo a una “domanda” profonda e non intercettata, certamente grazie alla loro formula: la qualità degli interpreti e dei programmi, la totale gratuità e l’orario pomeridiano prescelto (i concerti si svolgono in genere il sabato pomeriggio alle 17,30). Al 15 giugno 2013, nel corso delle stagioni ufficiali essi hanno ospitato 107 concerti, cui si sommano almeno altri 40 concerti extra che si sono tenuti nella chiesa, per un totale, calcolando per difetto, di non meno di 19.000 persone coinvolte che hanno riscoperto la chiesa e preso a frequentare nuovamente una parte del centro storico genovese rimasto ai margini dei recuperi avviati negli ultimi anni.

Dal 2008 le stagioni dei “Concerti di San Torpete” sono organizzate e curate dall’Associazione Sant’Ambrogio Musica con la collaborazione della parrocchia che ha messo a disposizione la chiesa, scelta come sede logistica delle iniziative musicali per le sue caratteristiche particolari: la collocazione nel cuore di Genova, le peculiarità architettoniche e foniche dell’edificio, la presenza dell’antico organo, la natura giuridica di chiesa non legata a un territorio.

I “Concerti di San Torpete” hanno favorito un’importante opera di recupero del patrimonio musicale ancora inedito e l’esecuzione di prime riprese moderne, come le composizioni di Giacomo Agnola, Matteo Bisso, Paolo Caprioli, il Te Deum di Giacomo Puccini senior e altri autori e composizioni poco noti. Svolgono pure attività di committenza di nuove composizioni, come è il caso della Missa Venite, exultemus Domine commissionata ad Alessandra Valvasori (2011), della Missa Sancti Torpetis del noto compositore genovese Andrea Basevi (2012), delle Variazioni per due viole da gamba sopra “Oh Heiland reiß die Himmel auf” di Federico Maria Sardelli, in prima esecuzione mondiale il 28 settembre 2013.

Per restituire il contesto per il quale furono concepite, in occasione di alcune festività sono eseguite messe concertate che hanno lo scopo di far rivivere nella cornice liturgica originaria un prezioso patrimonio musicale sacro. Le esecuzioni sono affidate all’«Accademia dei Virtuosi», ensemble della Scuola Musicale Giuseppe Conte, diretta dal maestro Luca Franco Ferrari. Grazie al rapporto di collaborazione instaurato nel 2007 tra la Scuola Musicale Giuseppe Conte e la Parrocchia di S. Maria Immacolata e San Torpete di Genova, l’«Accademia dei Virtuosi» costituisce la Cappella Musicale della chiesa.